Dietro il logo celebrativo c’è di più

Si avvicina l’anniversario aziendale e non hai ancora pensato al logo celebrativo? Bene. Cogli l’occasione!

Il tempo vola, quando si lavora.
In un attimo, si arriva a 20, 30, 50, 100 anni di attività.
Dietro quell’attimo però ci sono ore e ore di lavoro, di vita e di vite, di generazioni, occasioni, momenti no, sfide e anche successi.

Ogni azienda sceglie di celebrare quell’attimo a modo suo.
C’è chi lascia parlare solo il logo celebrativo e chi sceglie di raccontare il suo percorso, e chi ancora coglie l’occasione per festeggiare l’anniversario con chi ha reso possibile quel traguardo…

Prendiamo il caso di Temo.
Per i suoi 30 anni di attività, l’azienda ha organizzato una bella festa, personalizzando allestimento e comunicazione per l’anniversario aziendale: dal logo celebrativo al gadget passando per lo slogan, gli inviti, un mini catalogo e una borsa, che è poi diventata il gadget per le fiere.

Cosa si può imparare dal caso TEMO?

Che ci sono mille modi per festeggiare l’anniversario dell’azienda e altrettanti momenti, e strumenti, per comunicarlo.

Celebrare il “compleanno” dell’azienda è anche l’occasione per fare il punto sulla propria storia, per riaffermare la propria identità e la sua coerenza.

È quello che ha fatto FABAS, che al logo per i 40 anni di attività ha abbinato a inizio catalogo un breve storytelling, un mini racconto delle tappe più significative affiancato da una dedica a clienti e fornitori.

Cosa si può imparare dal caso FABAS?

Che la comunicazione legata a un anniversario aziendale funziona quando non è autocelebrativa.

E che non c’è momento migliore per raccontare il presente, senza dimenticare il passato.

Per Renzo Del Ventisette, storico luxury brand dell’illuminazione, l’eleganza è tutto.

Da 70 anni i suoi lampadari impreziosiscono hotel, ristoranti, showroom e case prestigiose, con uno stile classico e raffinato riconosciuto in tutto il mondo.

E dato che l’eleganza non urla mai, l’azienda ha scelto di festeggiare l’anniversario con assoluta sobrietà, inserendo con leggerezza il logo celebrativo in cataloghi, mail e sito.

Cosa si può imparare dal caso Renzo Del Ventisette?

Che i loghi celebrativi più belli, o forse i più corretti, sono quelli che non sconvolgono il logo aziendale, ma ne mantengono intatto lo stile.

Chiudiamo con un esempio significativo: quello di Abano Ritz.

Per i suoi 50 anni di attività, l’azienda si è addirittura regalata un restyling completo, partendo dall’interior design della stessa struttura e coinvolgendo tutta la comunicazione.

In questo caso, non ci siamo occupati direttamente del logo celebrativo ma abbiamo curato i vari materiali legati all’anniversario: catalogo dedicato al 50esimo, brochure istituzionale e listino prezzi, con un chiaro omaggio alla tradizione…

Il case history completo lo trovi qui.

Cosa si può imparare dal caso di Abano Terme?

Che gli anniversari aziendali sono anche occasione di rinnovamento ma senza mai perdere il legame con le origini.

Chiudiamo con 3 idee per rendere ancora più memorabile l’anniversario aziendale:

1 – Perché non cogliere l’occasione per un reportage fotografico in azienda, da “sfruttare” per tutte le comunicazioni aziendali?

2 – Perché non pensare di costruire un bello storytelling, con un mini volume celebrativo, capace di raccontare senza annoiare, stimolando la curiosità dei lettori, tappa dopo tappa?

3 – Perché non pensare a un’idea creativa, capace di comunicare l’anniversario tutto l’anno, sui social, sul sito, sui cataloghi, raccontando tanti aspetti dell’azienda in modo coerente e interessante?

Per le idee, la comunicazione e la strategia, conta su di noi!